Allevamento animali (stalla di sosta, maneggio, ricovero temporaneo, allevamento ad uso domestico, allevamento ad uso non domestico, ecc.)

Dal primo luglio sullo sportelli telematici puoi trovare i nuovi moduli, unificati e standardizzati, adottati con l’accordo tra Governo, Regioni ed enti locali del 4 maggio 2017 e recepiti dalla Regione, per presentare le istanze edilizie.

Pertanto, a partire dal 4 settembre, non sarà più possibile presentare istanze edilizie con la vecchia modulistica, anche quelle già in fase di compilazione.

Descrizione dell'attività
Cos'è: 

Allevamento animali (stalla di sosta, ricovero temporaneo, allevamento ad uso domestico, allevamento ad uso non domestico, ecc.)

L'allevamento di suini è attività correlata in tutto o in parte al ciclo biologico senza che necessariamente sussista il collegamento funzionale con un fondo agricolo: è un'attività che si configura come produzione primaria di alimenti.

L'allevamento di bovini e bufalini da carne è considerato in sede fissa, quando gli animali sono ricoverati in appositi fabbricati e ricevono l'alimentazione dall'uomo: è un'attività che si configura come produzione primaria di alimenti.

L'allevamento di ovini o caprini per la produzione di latte si configura anch'esso come produzione primaria di alimenti.

Per allevamento di ovicaprini da carne si intende qualsiasi attività correlata al ciclo biologico di essi, sia per intero sia in parte, senza che necessariamente sussista il collegamento funzionale con un fondo agricolo. Il prodotto finito dell’allevamento da carne è rappresentato da capi ovini o caprini venduti vivi a imprese di trasporto/commercializzazione/trasformazione/lavorazione della carne: è un'attività che si configura come produzione primaria di alimenti.

Requisiti per l'esercizio dell'attività: 

Per svolgere l’attività di stalle di sosta ed in genere dei locali da adibirsi al temporaneo ricovero di equini, bovini, ovini, caprini, suini e di animali da cortile da parte dei negozianti, dei gestori di alberghi, mascalcie, mulini e pubblici eserciziè necessario presentare SCIA per allevamento animali come previsto dall'articolo 86 del Regio Decreto 18/06/1931, n. 773 e dall'articolo 19 della Legge 07/08/1990, n. 241.

Apertura, trasferimento o ampliamento dell'attività

Documentazione da presentare per l'inizio dell'attività, o per la modifica di sede, locali, ciclo produttivo, aspetti merceologici, ecc.

Variazione dell'attività

Documentazione da presentare per il subingresso, la sospensione, la ripresa, il cambiamento della ragione sociale dell'attività.

Cessazione dell'attività

Documentazione da presentare per la cessazione dell'attività.

Informazioni sull'istanza